Novembre 9, 2020

Cumino nero: rimedio tradizionale e superfood

By Giuseppe
In Oriente, il vero cumino nero (nome botanico: Nigella sativa ) è stato utilizzato per oltre 3000 anni. Il tradizionale rimedio casalingo viene utilizzato per numerosi disturbi e si dice addirittura che combatta il cancro. Ma questo può essere dimostrato anche da studi scientifici? Nel post del blog di oggi puoi scoprire di più sul potenziale terapeutico della pianta (miracolosa).

La Nigella sativa è botanicamente un membro della famiglia dei ranuncoli. La pianta quindi non è correlata al noto cumino o cumino. Nella cultura orientale, il cumino nero viene utilizzato principalmente sotto forma di olio o semi. Non serve solo come rimedio naturale , ma è spesso usato anche come spezia . Questo è il motivo per cui in Germania è conosciuto con il nome “Brotwurz”.

I semi di cumino nero contengono oltre 100 ingredienti. I più conosciuti e ricercati sono gli oli essenziali Thymoquinone e Thymohydroquinone . Il timochinone, ad esempio, è noto per i suoi effetti antiossidanti. Gli scienziati hanno anche scoperto che la timochonina può abbassare la pressione sanguigna.

Schwarzkummel_Beitragsbil_AdobeStock_190115634

Cumino nero: alternativa naturale ai farmaci chimici?

Il cumino nero era già usato come pianta medicinale nell’antico Egitto . Il profeta islamico Maometto ha detto della Nigella sativa: “Il cumino nero cura ogni malattia tranne la morte”. Anche la pianta sta godendo di una crescente popolarità di recente. Sia per uso interno che esterno, come olio o semi: il cumino nero ha un effetto di supporto su numerosi problemi di salute. Come funziona esattamente l’impianto non è stato ancora decifrato. Gli studi sono spesso limitati ai risultati di colture cellulari / batteriche isolate o esperimenti su animali.

Tuttavia, la conclusione positiva degli studi è supportata da rapporti sull’esperienza e studi osservazionali. Un altro fattore che parla a favore dell’uso del cumino nero: a differenza di molti farmaci, non c’è bisogno di temere effetti collaterali pericolosi. Durante la gravidanza generalmente non è consigliabile prenderlo, poiché gli oli essenziali che contiene possono favorire il travaglio.

Aiuto con disturbi gastrointestinali

Oltre agli oli essenziali già menzionati, i semi di cumino nero contengono anche acidi grassi omega-3 acido linolenico, tutti gli amminoacidi essenziali così come calcio, ferro e sodio Potassio. Altri ingredienti tipici sono il Nigellon , che ha un effetto antimicrobico, e la saponina Melanthine , che ha proprietà antispasmodiche e antinfiammatorie.

Antimicrobico e antimicrobico

effetto antispasmodico g, il cumino nero viene utilizzato in particolare per disturbi digestivi come crampi addominali e gonfiore. Le nostre capsule gastrointestinali disaeratori contengono quindi estratto di cumino nero oltre ad altre piante medicinali. A proposito, puoi saperne di più sul nostro disaeratore qui .

Inoltre, la pianta è antimicrobica Proprietà e può anche aiutare con infezioni batteriche e fungine. Le infezioni da Heliobacter pylori sono particolarmente comuni. Questi si fanno sentire nelle malattie dello stomaco come la gastrite o anche un’ulcera allo stomaco. Salem et al. ha dimostrato in uno studio che i semi di cumino nero hanno un effetto antibatterico comparabile contro l’Heliobacter pylori (in vitro) come terapia antibiotica. Grande vantaggio: a differenza degli antibiotici, il batterio non può sviluppare alcuna resistenza al cumino nero. Anche con i funghi intestinali , l’assunzione di cumino nero dovrebbe essere utile.

Inibisce l’infiammazione

Anche chi soffre di malattie infiammatorie ne beneficia dall’assunzione di cumino nero. Il timochinone contenuto previene la formazione di eicosanoidi . Queste sostanze endogene simili agli ormoni innescano processi di promozione dell’infiammazione nel corpo.

In uno studio su 40 pazienti con artrite reumatoide, l’assunzione di 500 g di olio di cumino nero due volte al giorno ha prodotto un miglioramento significativo . Rispetto al gruppo placebo, il gonfiore articolare e la rigidità mattutina sono diminuiti di oltre il 40% .

Rafforzamento del sistema immunitario

L’elenco Gli ambiti di applicazione sono lunghi: oltre ai disturbi e alle malattie già citate, il cumino nero si manifesta, ad esempio, anche in raffreddori e malattie della pelle (neurodermiti, psoriasi, acne), asma, allergie, emicranie o infezioni fungine effetti positivi. Presumibilmente, ciò è dovuto, tra le altre cose, a un rafforzamento del sistema immunitario. Il supporto del sistema immunitario causato dalla Nigella sativa supporta anche l’organismo nella lotta contro il cancro. Numerosi studi (in vitro) mostrano un effetto positivo su vari tipi di cancro. In uno studio, ad esempio, l’estratto di cumino nero è stato in grado di inibire la crescita di cellule tumorali isolate. Si presume che, oltre all’effetto positivo sul sistema immunitario, ne sia responsabile anche l’effetto antiossidante del timochinone.